SportChannel214
CALCIO AVELLINO

Addio a Pasquale Mupo, fratello di Carlo

Dopo la morte di Giuliano Musiello, un altro lutto ha colpito l’ambiente biancoverde. All’età’ di 90 anni si è spento Pasquale Mupo fratello di Carlo scomparso a marzo. Cresciuto nell’Avellino nel 1950 fu ingaggiato dall’Inter e protagonista nelle squadre giovanili del club nerazzurro. Da lì esperienze con il Forlì, in quarta serie con Sandro Ciotti e Italo Allodi. Rientrò in Irpinia nel 1953 per poi trasferirsi al Foggia, raggiungendo il fratello Carlo, e successivamente al Teramo dove fu leader per cinque stagioni. Con la maglia biancorossa, il bomber di origini avellinesi ha siglato 38 reti in 124 presenze racchiuse in cinque stagioni consecutive, dal 1955 al 1960, tra l’ex Quarta Serie e la C che aveva contribuito a riconquistare sul campo nel 1959.
Nel ricordarlo
il Città di Teramo 1913 domenica scenderà in campo con il lutto al braccio nel match casalingo con il Casalbordino, prima del quale verrà osservato un minuto di raccoglimento.

Mupo era un centravanti di manovra dal tocco raffinato; altruista e geniale nelle giocate al servizio dei compagni di reparto.

“Con profondo dolore annunciamo la scomparsa di Pasquale Mupo, illustre campione e calciatore del passato. – si legge nella nota ufficiale diffusa dalla pagina social dedicata – Serenamente, questa notte, ha lasciato questo mondo, circondato dall’amore dei suoi cari dopo una breve malattia. La sua memoria resterà viva nei cuori di coloro che hanno avuto il privilegio di conoscere il suo talento e la sua umanità. I funerali si terranno presso la Chiesa del Rosario (corso Vittorio Emanuele, Avellino), domani, sabato 27 gennaio alle ore 16. Riposa in pace campione”.

Related posts

Picerno-Avellino, le parole di Emilio Longo

Antonio Tedeschi

La materia dei sogni: Moreno Roggi

Marco Ingino

Marchionni: “L’Avellino ha meritato, ma non ci ha schiacciato”

Sabino Giannattasio

Commenta