SportChannel214
CALCIO AVELLINO IN EVIDENZA

Avellino, pari scialbo contro il Rende: 0 a 0. Scatta la contestazione

AVELLINO-RENDE:0-0
AVELLINO (4-3-3): Tonti; Celjak, Morero, Njie (1′ st Silvestri), Laezza; De Marco (1′ st Charpentier), Di Paolantonio, Rossetti (30′ st Karic); Micovschi, Alfageme, Parisi. A disp.: Pizzella, Abibi, Palmisano, Zullo, Charpentier,  Carbonelli, Evangelista, Silvestri. All.: Ignoffo.

RENDE (3-5-2): Savelloni; Vitofrancesco, Germinio, Bruno; Scimia, Collocolo (36′ st Ndiaye), Giannotti, Murati, Blaze; Rossini (17′ st Libertazzi), Morselli (11′ st Origlio). A disp.: Palermo, Borsellini, Ampollini, Cipolla,  Nossa, Vigolo, Soomets, Drkusic. All.: Tricarico.

ARBITRO: Di Graci di Como.

Guardalinee: Bonomo-Giorgi.

Note:5′ st Di Paolantonio fallisce un rigore. Ammoniti: De Marco, Parisi e Laezza (A), Collocolo, Scimia, Savelloni (R). Angoli: 7-2 Avellino. Rec: 0’pt e 3′ st

 

L’Avellino non va oltre il pareggio contro il Rende, i biancoverdi sprecano una ghiotta occasione per portare a casa tre punti d’oro. Purtroppo nel secondo tempo Di Paolantonio fallisce un rigore. Nella prima frazione Ignoffo schiera i lupi con il 4-3-3, la scelta però non è vincente. All’ è Vitofrancesco a provarcic con una punizione a giro che finisce oltre la traversa. 11′ Morselli viene lanciato da Scimia in area e calcia a rete, ma Tonti non si fa sorprendere. Al 17′ ci prova De Marco al volo, tiro sul fondo. Al 21′ è il Rende a rendersi pericoloso con Scimia che con un tiro ad incrociare lambisce il palo. Al 26′ Morero ci prova di testa su gran cross di Micovschi, ma Savelloni si oppone. Al 33′ è Alfageme a non sfruttare un cross di Cejlak. Un minuto dopo ci provano gli ospiti con Giannetti, tiro a giro alto. Nella ripresa Ignoffo manda nella mischia Charpentier e Silvestri. Al 5′ Rossetti si procura un rigore, sulla sfera Di Paolantonio che fallisce. Lupi che non riescono a sbloccare il match. Al 23′ occaisonissima per Charpentier che di testa manda il pallone al lato. Al 33′ ci prova Micovschi, punizione che si spegne al lato. Al 39 ‘ Ndiye a colpire la traversa per gli ospiti. Al 40 Charpentier colpisce un legno su suggerimento di Karic. E’ l’ultimo susulto di un match che ha visto la Curva contestare giustamente.

Related posts

Domani si torna in campo, obiettivo: recuperare a pieno Karic

Antonio Iannaccone

C’è una squadra che… la bellezza

Titti Festa

Bucaro:” Il basket? Farò come Zeman”

Maria Stanco

Commenta