SportChannel214
IN EVIDENZA SCANDONE

Caso Young: Per Avellino è buna fede. La palla passa alla Procura Federale

Dinanzi al Procuratore Federale, l’avvocato Marco Lucente, la Sidigas Scandone Avellino ha professato la sua buona fede, dichiarando di aver operato in maniera corretta nel rispetto delle regole. E’ questa la sintesi della mattinata trascorsa a Roma dai dirigenti biancoverdi. Sono stati ascoltati Giuseppe Sampietro, presidente e Gianandrea De Cesare amministratore delegato. Udienza durata un’ora per entrambi, che si sono attenuti alle iniziali linee guida. Avellino punta sulla buona fede e sull’assenza di un termine perentorio per ciò che riguarda il pagamento degli stipendi. Dunque, l’autocertificazione che ha accompagnato il tesseramento di Young è da considerare valida. Adesso i biancoverdi allegheranno anche delle memorie difensive, al fine di rafforzare la propria posizione. Non dovrebbe esserci illecito sportivo, che potrebbe portare alla penalizzazione, ma c’è un’ipotesi di illecito amministrativo che potrebbe provocare inibizione o deferimento del legale rappresentate del club. La palla passa alla Procura, che dovrà esprimersi probabilmente la prossima settimana.

Related posts

Fuori i secondi

Marco Ingino

Caldore, ore decisive per l’arrivo in biancoverde

Alfonso D'Acierno

Caleb Green salta Torino, Harper in dubbio

Giovanni La Rosa

Commenta