SportChannel214
ALTRI SPORTDatingSPORT

Il Clan H del maestro Mazza porta in scena “l’avaro”

Per i suoi “primi” 50 anni, la compagnia teatrale CLAN H, venerdì 16 febbraio alle ore 20:45, al teatro
Partenio di Avellino metterà in scena “L’Avaro” di Molière adattato e diretto da Lucio Mazza.
Commedia ispirata all’Aulularia di Plauto ha al suo interno dentro tutte le componenti, gli intrecci e le
scene buffe che rendono esilarante una pièce.
Arpagone, taccagno, spilorcio e avido decide di combinare matrimoni di convenienza per i propri figli
con l' obiettivo di aumentare, senza freno, i suoi averi. Egli vorrebbe sposare invece Marianna, una
ragazza di umile nascita, innamorata però del figlio di Cleante. La figlia Elisa è già innamorata
segretamente di Valerio, un giovane che si finge valletto di Arpagone per starle vicino. Disavventure,
equivoci, malintesi, quasi una commedia tragica, dove si ride ma viene fuori l’ossessione del possesso
che sfocia al potere.
In questa commedia sono presenti i “tipi fissi” del teatro classico: il difetto ossessivo, ossia l’avarizia
di Arpagone, gli amori ostacolati dei giovani, la servitù che non perde tempo a brigare e intrigare, la
rivalità in amore tra il padre ed il figlio, i continui equivoci e “l’agnizione” finale che risolve tutto
l’intrigo.
“E’ una rappresentazione a noi molto cara. – dice Salvatore Mazza, attore e formatore del Clan h –
Attraverso spettacoli sempre coinvolgenti, portiamo in scena l’alternativa, la tradizione, l’innovazione
e il sogno che divora. Quel sogno del teatro che si trasforma in amore, abnegazione e professione,
relazione continua con e verso l’alterità e l’unicità. Il tempo del teatro ha l’epicità della possibilità,
perché è presenza definita e simultanea di molteplici aspetti della vita individuale e collettiva,
storica e culturale.”
In scena con Salvatore Mazza ci saranno: Andrea De Ruggiero, Santa Capriolo, Laura Tropeano,
Felice Cataldo, Elisabetta Iannaccone, Sabino Balestrieri, Pasquale Migliaccio,Umberto Branchi
e Federica Avagnano. I costumi originali sono di Rita De Luca, l’adattamento del testo e la regia
di Lucio Mazza.

Related posts

Sandro Abate, un buon punto a Catania

Antonio Tedeschi

Donne allo stadio con l’iniziativa: “Uno stadio in Rosa”

Antonella Oliverio

L’appello di Avellino ai tifosi: “Abbiamo bisogno di voi”

Antonio Tedeschi

Commenta