SportChannel214
CALCIO AVELLINOIN EVIDENZA

L’Avellino cade anche contro la Juve Stabia: 1-0 il finale al “Menti”

Risultato: 1-0

JUVE STABIA (4-3-3): Thiam; Baldi, Bachini, Bellich, Mignanelli; Erradi (8′ st Romeo), Leone, Buglio; Piovanello (23′ st Marranzino), Candellone, Piscopo. A disp.: Signorini, Esposito, Boccia, La Rosa, Maselli, Guarracino, Folino, Gerbo, D’Amore, Rovaglia, Picardi, Vimercati All.: Pagliuca.

AVELLINO (4-3-1-2): Ghidotti; Cancellotti, Cionek, Benedetti, Tito; Dall’Oglio (24′ st D’Angelo), Palmiero (36’st Sgarbi), Sannipoli (36′ st Armellino); Lores Varela (8′ st D’Amico); Patierno, Marconi (24′ st Gori). A disp.: Pizzella, Iannaccone, Ricciardi, Falbo, Sgarbi, Mulè, Armellino,  Tozaj  All.: Rastelli.

NOTE: Ammoniti: Piovanello, Candellone, Buglio (J.S), Cionek, D’Amico(Av) Spettatori: 3204 Angoli: 3- 7Rec: 4′ pt

LE SCELTE –Derby numero 23 a Castellammare per l’Avellino.  I lupi cercano la quarta vittoria in terra stabiese, tutto confermato tra le fila delle vespe con il tridente Bentivegna-Candellone-Piscopo a guidare il collaudato 4-3-3. Rastelli invece cambia in mediana schierando Sannipoli dal primo minuto: 4-3-1-2 con Ghidotti tra i pali, Cancellotti-Tito sugli esterni Cionek e Benedetti in mezzo. Dall’Oglio-Palmiero e Sannipoli in mediana. Varela alle spalle di Patierno e Marconi.

LA GARA – Prima dell’avvio del match la Juve Stabia cambia Bentivegna con Piovanello.

Al 5′ colpo di testa di Patierno con Thiam che a mano aperta salva in angolo.

Si ferma il gioco per un tifoso che ha avvertito un malore.

All’11 Erradi calcia sul fondo.

Al 12′ ci prova Patierno dal limite, ma la sua conclusione è deviata da Mignanelli.

Al 32′ conclusione di Baldi deviata in angolo da un difensore dell’Avellino.

Al 36′ punizione di Dall’Oglio a giro deviata in angolo.

Al 40′ cross millimetrico di Tito che di testa manda la sfera sul fondo lontano dalla porta di Thiam.

Al’ 46 grande giocata di Patierno che mette una bella palla al centro per Marconi. Il numero 31 impatta, Thiam blocca. Ma è fuorigioco.

È l’ultimo sussulto della prima frazione di gioco.

SECONDO TEMPO – I due allenatori non cambiamo nulla.

All’8 ci prova l’ex Mignanelli dalla distanza, ma il pallone è alto.

Al 12 Mignanelli per la testa di Candellone che manda alto.

Al 23′ buco difensivo biancoverde con Romeo che calcia e Ghidotti salva il risultato con una grande parata.

Al 30′ punizione bassa di Mignanelli con Bellich che realizza il vantaggio.

Al 31′ Buglio colpisce il palo. Avellino frastornato.

L’Avellino non riesce a recuperare, secondo ko di fila per i biancoverdi di Rastelli. Delusione nell’ambiente biancoverde.

Related posts

Ultimi 90 minuti: l’Avellino punta su Trotta titolare

Maria Stanco

Monopoli capolista in tutto e per tutto: quante doppiette dopo 180′

Alfonso Marrazzo

Avellino-Casertana, Aya: “Se messi in condizione ci divertiremo”

Antonella Oliverio

Commenta