SportChannel214
BASKETIN EVIDENZA

La Scandone ritrova la vittoria

Dopo le due sconfitte consecutive contro Molfetta e Monopoli, la Scandone Avellino rialza la testa
e batte a domicilio la Sveva Pall. Lucera con il punteggio di 80-65 nella decima giornata del girone
di ritorno del campionato di serie B Interregionale. Due punti preziosi per la squadra del patron
Trasente che consolida la quinta posizione in classifica quando manca solo un turno alla fine della
regular season e sale così a 24 punti. Match deciso nel secondo quarto quando i lupi, non partiti
nel migliore dei modi, riescono a trovare le redini della gara che ha visto come protagonista
assoluto Cianci autore di 27 punti, 12 rimbalzi e 30 di valutazione.
Pronti via e lupi ancora senza Sanchez ma che recuperano D’Offizi; l’atleta romano parte subito nel
quintetto iniziale di Sanfilippo. Primo quarto caratterizzato da un bel po’ di errori su entrambi i lati
del campo, gli atleti sentono l’importanza della gara e hanno grosse difficoltà a trovare la via del

canestro anche in virtù delle buone difese messe in campo dai rispettivi coach. L’asse Coralic-
Dusels inizia a carburare e Lucera firma il primo allungo sul finire del quarto 12-17.

Tra i biancoverdi buono l’impatto di Cianci che fa sentire la sua presenza sotto canestro ma nel
complesso la Scandone ha difficoltà a trovare le giuste trame offensive che possono impensierire la
squadra ospite.
Nel secondo quarto gli ospiti riescono a servire al meglio Dusels sotto canestro che inizia ad essere
un problema serio per Trapani e compagni; è proprio il capitano di Avellino che con una tripla
prova a dare energie nuove ai suoi. Bianco sale in cattedra e con 4 punti di fila riporta i lupi sulla
nuova parità. 25-25 al 15’. Le tre triple consecutive di Soliani spaccano la partita; Avellino torna a
comandare la gara e sembra aver ritrovato quella verve mancata ad inizio della partita, Lucera
all’intervallo è costretta a rincorrere: 41-34.
Al ritorno in campo è Avellino a dettare i ritmi del gioco con Soliani e il solito Bianco: massimo
vantaggio al 25’: 45-35. Lucera prova a rispondere con delle buone incursioni di Idiaru e Gramazio.
La tripla di Trapani e il semigancio di Cianci ricacciano indietro i lucani e il terzo periodo si conclude
con la Scandone avanti 59-52. Match in equilibrio e tutt’altro che chiuso.
Ultimo periodo che inizia con le due bombe consecutive di Pichi. Cianci sotto canestro diventa un
fattore determinante per rimbalzi, gioco sporco e palle recuperate. Sono i due pivot biancoverdi a
fare la differenza in questa parte di gioco. I lupi scappano sul +12 quando mancano 5 minuti alla
fine della gara, il coach dei biancoazzurri è costretto ad un obbligato time out per cercare di
sistemare le cose. I lupi incrementano il loro vantaggio e la partita si avvia ai titoli di coda con
Avellino che riesce a gestire al meglio i minuti finali e a portarsi a casa una vittoria importantissima
ai fini della classifica. Sulla sirena è 80-65 per la Scandone Avellino.
Così coach Sanfilippo alla fine della gara: “ Abbiamo giocato una buona partita e siamo stati
costretti ad alzare il ritmo e la nostra difesa per portarla a casa. Nonostante qualche sbavatura
siamo stati efficaci a giocare contro la loro zona difensiva, ma c’è da migliorare tanto. Ottima gara
dei nostri lunghi in particolar modo di Cianci bravo a duellare contro i loro due lunghi molto più
fisici dei nostri; Pichi sta alzando le percentuali al tiro e questo è un ottimo dato per noi che
sfrutteremo anche nelle prossime gare. Sanchez farà qualche minuto nella prossima gara
Nell’ultimo match della regular season la Scandone Avellino sarà ospite del fanalino di coda Mola
New Basket, domenica prossima 18 Febbraio alle ore 18.

PARZIALI: 12-17; 29-17; 18-18; 21-13
TABELLINI: D’Offizi, Scolpini , Bianco 15 , Mazzagatti 2 , Cianci 27 , Soliani 18 , Pichi6 , Trapani 12
, Imbimbo NE: Sanchez

Related posts

Avellino, oggi la ripresa degli allenamenti: tre elementi da verificare

Antonio Tedeschi

Signorino e Vukobrat chiudono il roster della Del.Fes

Antonella Oliverio

Grazie, è stato bello lo stesso!

Titti Festa

Commenta