SportChannel214
CALCIO AVELLINOIN EVIDENZA

Le pagelle di Avellino- Lanusei

7 Lagomarsini

Nel primo tempo chiude bene lo specchio della porta a Bernardotto inducendolo all’errore. Nella ripresa è plastico su Esposito e sicuro nelle uscite. Finalmente decisivo.

6,5 Nocerino

Non era facile rimettere piede in campo dopo il naufragio di Fregene. Si riscatta con una prova gagliarda. Francobolla Sicari e non disdegna qualche sortita offensiva.

8 Morero

Sblocca il risultato e si procura il rigore decisivo. Dovrebbe essere la pagella di un attaccante ma l’argentino gioca da difensore centrale tappando, nel frattempo, buchi a destra e a manca. Leader acclarato

5 Dondoni

Soffre Bernardotto più del dovuto. L’attaccante sardo nel primo tempo lo brucia sullo scatto quasi fosse speedy gonzales. Nella ripresa commette un fallo da rigore tanto inutile quanto ingenuo.

7 Mithra

Scatta come una molla senza sbagliare una diagonale difensiva. In questo contesto difensivo la sua presenza appare indispensabile.

5 Tompte

Graziani lo definisce un estemporaneo. Ultimamente il suo genio produce pochi lampi e molte pause. Avulso dalla manovra nel primo tempo, esce dopo aver dato i primi segnali di risveglio. Può e deve dare di più.

6 Buono

Spedito nella mischia quando la partita entra nel vivo. L’ex Ternana offre il suo onesto contributo alla causa.

6 Tribuzzi

Snaturato nel ruolo di mediano, l’ex Latina si sacrifica per quasi un’ora. Sopperisce a qualche carenza di posizione con grande dinamicità ma il suo habitat naturale resta la corsia laterale.

6 Gerbaudo

Gara di grande personalità e qualità ma la sciocchezza finale, unita al solito cartellino giallo che becca nel primo tempo, pesa sul giudizio finale.

6,5 Parisi

Svincolato da compiti di copertura, nei primi 45 minuti il pendolino di Serino sbatte sempre contro un muro. Nella ripresa, però, è tutta un’altra storia e il suo moto perpetuo diventa talmente devastante che Carta, il suo marcatore, finisce in tilt. Timbra un palo clamoroso dopo una serpentina sulla linea di fondo.

6,5 De Vena

I postumi dell’infortunio hanno avuto ripercussioni sulla sua condizione fisica. Non è brillante, fa fatica a trovare la giocata vincente ma ha il merito di trasformare il rigore decisivo.

6 Ventre

Nel quarto d’ora conclusivo si mette umilmente al servizio della squadra. Prezioso nel tenere palla.

5,5 Sforzini

Dopo pochi minuti accusa un problema muscolare ma resta stoicamente in campo. Mantiene la posizione ma non riesce a incidere.

6 Ciotola

Ventisei minuti in cui si danna l’anima come un ventenne.

 

 

 

 

Related posts

Rastelli bacchetta gli attaccanti

Sabino Giannattasio

Ignoffo: “Ottimista al 95% sulla fidejussione”

Redazione Sportchannel214

De Simone di nuovo positivo, Tito niente fumata bianca

Titti Festa

Commenta