SportChannel214
IN EVIDENZA SCANDONE

Scandone – Sidigas: si guarda all’autunno per il risanamento

Le strade di Scandone e Sidigas continuano, ovviamente, ad essere legate. L’azienda partenopea è impegnata nella predisposizione del piano di ristrutturazione del debito, la società di basket ne attende l’esito. Intanto, per la gestione della società  tutto sembra portare al rinnovo del mandato del management che nell’ultimo anno ha portato avanti il club fra mille ostacoli. Il lavoro dei legali e consulenti dell’azienda partenopea continua e a monte del salvataggio del club biancoverde dovrà arrivare la vendita di almeno parte degli impianti, per avere i fondi necessari per saldare i creditori. Da piazza dei Martiri è emerso però negli ultimi giorni dell’ottimismo sul futuro del club: gli accordi con i singoli creditori sono stati raggiunti ed entrerebbero nel calderone della casa madre.

Nelle intenzioni dell’azienda partenopea, Sidigas si farà carico del debito con l’erario, circa 12 milioni di euro ovvero la parte più rilevante dell’intero passivo del sodalizio biancoverde, e della quasi totalità dei restanti debiti. L’ipotesi è quella di poter arrivare a ripulire la Scandone nel tardo autunno, magari con l’idea di scindere la società di pallacanestro dalla controllante. Passaggio non semplice dal punto di vista legale e che richiederebbe soprattutto il consenso dei creditori, punto sicuramente più spinoso da affrontare. Scandone che è anche impegnata nel passaggio da società per azioni a società sportiva dilettantistica, rimandato nel corso dei mesi ma che dovrebbe vedere il proprio compimento fra agosto e settembre.

Related posts

Scandone, tre sfide per rialzare la testa

Alessio Bonazzi

Salta Scognamillo, chiesti Spaltro e Kone

Sabino Giannattasio

Dini è fatta, arriva lunedì. Proposto Izzillo

Sabino Giannattasio

Commenta